Menu principale

 

Premessa
 
I decreti di recepimento inerenti ai controlli successivi (DM 31 e 32 del 2011), emananti dal Ministero dello Sviluppo economico, spostano in parte le competenze dai soggetti pubblici, quali gli Uffici metrici delle Camere di Commercio, ai soggetti privati.
 
In questo nuovo contesto normativo, la Camera di commercio di Monza e Brianza, al fine di garantire un servizio alle aziende che operano nel tessuto economico del proprio territorio, intende fornire ai soggetti interessati, gli strumenti utili per rispondere al meglio ai requisiti imposti dalla normativa, con particolare attenzione alle attività di verificazione periodica sugli strumenti per pesare e sui sistemi di liquidi diversi dall’acqua (nazionali e comunitari).
 
Il modello già sperimentato dall’Istituto G. Tagliacarne nella formazione legata agli Ispettori metrici, ha permesso di progettare un prodotto a supporto delle attività di promozione delle Camere di Commercio, rivolta alle aziende del settore. Pertanto il progetto presentato, di carattere tecnico – operativo, tiene conto delle specificità del settore e dei destinatari cui è rivolta.
 
L’ambito d’intervento si concretizza in un’azione avente le seguenti caratteristiche:
  • ­   Specifica e incentrata sui processi strettamente correlati all’attività di verificazione che i tecnici sono chiamati a svolgere;
  • ­   Implementata mediante formule che consentono ai partecipanti coinvolti di agire nel processo di acquisizione di competenze.
 
Il piano di lavoro

Obiettivo dell’iniziativa è di ampliare e consolidare le competenze acquisite, attraverso la condivisione pratica di modalità standardizzate.
Il processo di apprendimento sarà veicolato attraverso attività di condivisione, di applicazione dei contenuti trasmessi, coadiuvati dall’esperienza di esperti di estrazione camerale. Il progetto è rivolto alle seguenti figure:           
  • Operatori sul territorio di aziende di manutenzione di strumenti di misura di liquidi diversi dall’acqua che intendono intraprendere l’attività di verificazione periodica;
  • Operatori sul territorio di laboratori già autorizzati alla verificazione periodica sugli strumenti per pesare e sugli strumenti di misura di liquidi diversi dall’acqua (nazionali e comunitari)